L'insegnamento della Scuola d'Arte Teatrale, nata nel 1991, è strutturato secondo un percorso pluridisciplinare che coinvolge diversi insegnanti, un orientamento che sviluppa nell'attore l'attitudine a considerare la molteplicità dei punti di vista e ad ampliare le proprie potenzialità espressive attraverso il confronto.

Questo "metodo aperto" si articola in due anni: la prima fase si concentra sullo studio dei codici teatrali e sulla trasformazione del sé in relazione a questi codici.

Nella seconda fase la metodologia viene applicata alla messa in scena: spettacoli inseriti nella Stagione Sperimentale Europea e laboratori specifici con artisti italiani e stranieri inseriti in cartellone, integrano il percorso pedagogico attraverso l'esperienza diretta.

La ricerca di nuovi linguaggi di comunicazione è alla base di ogni processo creativo del Teatro della Contraddizione e viene sviluppato con gli allievi sia in ambito strettamente didattico, che nella preparazione per la messa in scena di spettacoli.
La stretta relazione tra compagnia e gruppo di studio è parte distintiva della pedagogia del nostro teatro.
Il percorso pluriennale ha l'obiettivo di formare persone che siano in grado di affrontare codici teatrali molteplici e che sviluppino la capacità di aderire al lavoro di sperimentazione del Teatro della Contraddizione.

L'accesso alla scuola avviene tramite un colloquio e una prova attitudinale.
Non è richiesta esperienza.
Gli insegnanti stabili sono diplomati alla Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi.

· La scuola
· Impostazione didattica
· Come è strutturata
· Corso di lettura interpretativa
· Seminari
· Laboratorio estivo
· Spettacoli

DIRETTORE ARTISTICO
Marco Maria Linzi

I DOCENTI
Oggi i docenti principali sono il regista Marco Maria Linzi, le attrici Sabrina Faroldi e Micaela Brignone, il maestro di canto e direttore d'orchestra Francesco Grigolo.

Nel corso degli anni hanno collaborato con la scuola trainers di grande esperienza quali:
Gaetano Sansone (tecniche di racconto), Luciana Melis (teatro danza), Ambra D'Amico (sperimentazione vocale ad uso teatrale), Gaia Catullo (teatro ragazzi), Antonella Astolfi (identità vocale e attitudine fisica), Massimo Greco (training fisico e sensoriale), Christian Di Domenico (metodo Vacis e in seguito metodo Altschitz), Diego Matis (terzo teatro), Mietta Raimondi (impostazione vocale classica), Simona Barbero (canto teatrale), Irina Jilieva (metodo Stanislavskij - Teatro d'Arte di Mosca), Stefania Tonetti (attitudine fisica attraverso le danze etniche), Dan Shen (l'impostazione vocale del canto lirico ad uso teatrale), Andrea Novicov (lo strumento immaginario), Andrea Lanza (l'attore e lo spazio), Carmelo Rifici, Alessio Romano (assistente di Maria Consagra) Sandhya Nagaraja (Teatro Danza), Carolina de la Calle Casanova (dal testo alla scena), Paolo Trotti.

: : Torna su : : Menù : :