18.10.2020   

Anteprima di stagione - Frankenstein, il racconto del mostro

Orario: 20:30 - Ingresso: 15,00 €

teatro in piedi apertura stagione

ore 20,30

Brevi suggestioni degli spettacoli in stagione fino a dicembre 2020.


Valentina Banci I giganti della Montagna

Elisa Sbaragli Vacuo

Phoebe Zeitgeist Aspra

Poetic Punkers Le Marin Perdu

Il Filo di Paglia/Odemà Una canzone infinita


Ore 21.00 Frankenstein, il racconto del mostro 

La narrazione del Frankenstein a cura di Elio de Capitani del Teatro dell'Elfo.
Un regalo, un gesto di stima e amicizia del Teatro dell'Elfo per sostenere la riapertura del Teatro della Contraddizione.


Sono disponibili posti a sedere per terra, posti a sedere per terra con cuscino, posti in piedi, e pochi posti su sedia riservati a chi effettivamente ne abbia necessità e per eventuali bravi simulatori.


Posti limitati.

Prenotazione obbligatoria e obbligatorie tutte le accortezze che già sapete a memoria vigenti in questo periodo di.... 

 

Per questa serata speciale ci sono solo due tipologie di biglietti: 

Intero €15 / Sostenitore €10.

Il biglietto sostenitore è riservato a chi ha donato nella raccolta fondi del TDC 


Apertura Casse esterne ore 19.30

Ingresso con tessera. La tessera è gratuita.

> Tesseramento gratuito ma necessario: http://www.tesseramentocontraddizione.it

Si segnala che la tessera associativa 2019/2020 è valida fino a fine dicembre 2020


Nel rispetto del Protocollo Anti Covid, per le richieste di prenotazione abbiamo bisogno di ricevere:

- nome, cognome e recapito telefonico di ogni persona

- segnalazione nel caso vi siano persone congiunte; se è possibile cercheremo di  accomodarle vicine

- i non congiunti devono avere un posto singolo

- è consigliato ritirare i biglietti con anticipo: la cassa sarà aperta da giovedì a sabato dalle 16 alle 19,30 e domenica dalle 17,30 alle 20,30.


INFOLINE E PRENOTAZIONI: prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it - 025462155


frankenstein

Elio De Capitani narra

Frankenstein, il racconto del mostro

da Frankenstein, ovvero il Prometeo moderno di Mary Shelley 


disegni di Ferdinando Bruni

voce del dottor Frankenstein Ferdinando Bruni

luci Nando Frigerio

suono Gionata Bettini

assistente alla regia Alessandro Frigerio

produzione Teatro dell’Elfo


Chiuso entro la mia creta, 

t’ho forse chiesto io, 

Fattore, di diventar uomo? 

T’ho forse chiesto io di 

trarmi dalle tenebre? 

JOHN MILTON, Paradiso perduto, X, 743-745.



«Ben due secoli sono passati da quando fu ideato e oggi Frankenstein ci parla più che mai. Oggi, mentre siamo immersi in tensioni emotive davvero laceranti nei riguardi dell’altro, la cui diversità ce lo può far apparire esattamente come un mostro, la creatura di Mary Shelley è in grado di svelare le emozioni più profonde che agitano la nostra epoca, di catturare le contraddizioni di una società in un momento critico della sua esistenza. Com’è proprio dei grandi miti.


Il tema di Frankenstein è la bruttezza, la mostruosità fisica, in una creatura potenzialmente dotata di dolcezza infinita, ma portato a un’ira feroce e inarrestabile nella disperazione: un tema estremo ma illuminante. Il bisogno di far parte della comunità umana non ci tocca se la vista non è appagata?


Concentrerò la narrazione sulla parte centrale del romanzo con la restituzione del punto di vista della creatura: è qui che Mary Shelly infatti dà direttamente la parola al mostro, costruito nel laboratorio del dottor Frankenstein assemblando pezzi di cadaveri. Uno dei momenti più toccanti del romanzo». Elio De Capitani


Prenotazione  obbligatoria: prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it

I posti sono limitati


LET'S GO