21.02.2019    22.02.2019    23.02.2019    24.02.2019   

Disastri

Orario: 20:45 - Ingresso: 15,00 €

disastri

21 - 24 Febbraio 2019


Disastri

tratto da Daniil Charms

di Riccardo Goretti e Alessandra Aricò

con Stefano Cenci, Aldo Gentileschi, Riccardo Goretti, Elisa Lolli

la voce di Daniil Charms è di Antonio Rezza

regia di Alessandra Aricò

Una produzione Arti Vive Festival in collaborazione con Teatro Metastasio – Stabile della Toscana.


Si dirà che Daniil Charms appartiene eccome alla storia, che lo fagocitò a soli 36 anni, morto di stalinismo, di guerra e di fame nel manicomio in cui era stato rinchiuso, dopo un primo arresto intimidatorio qualche anno prima e una progressiva persecuzione fino al totale blocco delle pubblicazioni. Tutto ciò è molto vero, tuttavia Charms non scriveva direttamente per questo e di questo. Scriveva quello che gli sembrava indispensabile; era il regime a considerarlo sovversivo. Così come sul piano letterario la sua primaria appartenenza al modernismo di filiazione futurista non ne fa un esponente rappresentativo delle avanguardie storiche, almeno finché si continuerà a suddividerle diligentemente in scuole correnti e controcorrenti. È un po’ come se in astronomia si continuasse a studiare le stelle solo come elementi delle costellazioni. Nel secolo scorso, soprattutto durante il primo quarantennio, spesso erano gli stessi artisti a volersi identificare e raggruppare nei manifesti e negli “ismi”, salvo poi verificarne nei fatti e di persona i limiti, in termini di libertà e creatività. Daltronde, per i non allineati la vita era dura, quando non impossibile. Nel secolo scorso. A settant’anni esatti dalla morte di Daniil Charms (prendendo per buono il nom de plume più usato da Daniil Ivanovic Juvacev), è sacrosanto che approdi sui palcoscenici italiani un tributo al suo genio, alla sua arte, alla sua parola.

“Disastri” è uno spettacolo a quadri, antinarrativo, frenetico, inconcludente, zeppo di cadute di stile. Il tentativo è quello di mettere in scena le situazioni immaginate dallo scrittore russo solo e soltanto per quello che sono: senza interpolazioni intellettuali, riflessioni sul momento storico (suo o nostro), interpretazioni egoiche e poco rispettose. Solo l’immaginario di Charms. Solo i verbi di Charms. Solo lo sberleffo al reale, la ribellione al normale, la potenza della cazzata di Charms.”

A occuparsi di questa impresa, persone che da tempo riconoscono il potere sovversivo della risata inaspettata, quella che sbuca da dentro dentro e esce fuori fuori anche se inopportuna. Persone che non capiscono l’umorismo, veramente, e che se gli chiedi cosa c’è da ridere in quello che fa ridere loro, mica te lo sanno spiegare. Persone che hanno conosciuto e stimato Charms in vari momenti della loro vita e vi si sono affezionate per sempre.

Dal quadernino azzurro al palco il passo è lungo. Molto lungo. Ma è arrivata l’ora di farlo. Basta con i “liberamente tratto da”, “ispirato a”, “basato su”: quello che noi vogliamo fare è “Disastri”. Di Daniil Charms. Si. Noi vogliamo fare “Disastri”.


Sabato 23 e Domenica 24 Febbraio Stefano Cenci e Riccardo Goretti condurranno un laboratorio.


ore 20,45

Ingresso: Intero €15 / Ridotto €12

Prenotazione obbligatoria
Ingresso riservato ai soci

infoline: 025462155 - prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it