28.04.2022    29.04.2022    30.04.2022    01.05.2022   

Serata Doppio Spettacolo: Gemma + Vacuo

Orario: 20:30 - Ingresso: 18,00 €

doppio spettacolo gemma_vacuo

DOPPIO SPETTACOLO

Rassegna In Controdanza

Gemma di e con Marta Lucchini - ore 20,30

Vacuo di e con Elisa Sbaragli - ore 21,40

Ingresso all'intera serata €18
Ingresso al singolo spettacolo €15

Gemma

gemma

progetto di Collettivo Micorrize
regia e coreografia Marta Lucchini
con Marta Lucchini e un'orchidea
spazio scenico Rosa Lanzaro
musiche Claudio Giuntini
video Luca Scarzella
costumi Lucia Lapolla
testo tratto da La precisione dell’amore di Chandra Livia Candiani
produzione ALDES, Collettivo Micorrize

con il sostegno di Officina LaschesiLab/Teatro delle Moire, Progetti per la Scena/Vera Stasi, Wintergarten/Atelier di Teatro Permanente, Nudoecrudo Teatro, ALDES|SPAM! Rete per le arti contemporanee, theWorkRoom Milano/Fattoria Vittadini in collaborazione con Fondazione Milano, Associazione Tididì
con il sostegno di MIC – Direzione Generale Spettacolo, REGIONE TOSCANA / Sistema Regionale dello Spettacolo

Gemma in botanica indica l’abbozzo del germoglio, in zoologia, il primo abbozzo di un nuovo individuo, infine la gemma nei mammiferi è l’accumulo di elementi cellulari dal quale trae origine l’embrione. Gemma è pietra preziosa, è il nome di mia nonna ed io sono la sua discendenza 

GEMMA è un assolo danzato, una minuta liturgia di trasfigurazioni, giardino interiore di memorie in metamorfosi. Corpo che cerca la sua forma, Gemma attraversa stati differenti dell’essere, si incarna pian piano fino a raggiungere la sostanza umana e danzare la fragilità dei nostri passi sulla terra. Si muove da dentro, da sotto pelle, in ascolto di una memoria antica, alla ricerca di un gesto che misuri la vicinanza e la lontananza a se stessa, allo spazio, a chi guarda, al fiore che la accompagna, silenzioso testimone della sua metamorfosi. Corpo spazio suono luce e video danno vita a brevi incarnazioni danzate, intessendo insieme la trama dell’immaginario. Gemma è una promessa semplice, un giurare alla vita.


Vacuo

vacuo
di e con Elisa Sbaragli
musiche di Elia Anelli
disegno luci Fabio Brusadin
produzione di DANCEME (PERYPEZYE URBANE) con il sostegno del MiBact


Si ringrazia per il supporto al processo creativo

Associazione Culturale Artemista, Officine Papage, Fattoria Vittadini, Elise Witt,

Edoardo Sansonne

Vacuo è un percorso che il corpo compie nel vuoto nella scoperta di tutto ciò che è invisibile agli occhi, per renderlo visibile e tangibile. 

In Vacuo si scopre il pieno, si esplora un silenzio che nasce dalla necessità dell’attesa nella quale il corpo si posa per contemplare lo spazio circostante. 

La direzione del lavoro pone il suo centro attorno al corpo e alle relazioni che esso crea con il tessuto costituito da spazio e tempo. La respirazione è il primo anello con cui è costruita la catena di relazioni, nonché lo strumento di cui si serve Vacuo per dipanare il suo filo. Il respiro delinea il corpo nelle sue forme essenziali, lo traccia nel vuoto, lo anima, lo muove fino a condurlo nello spazio circostante, per divenire lentamente azione, richiesta e trasformandosi progressivamente in una voce ancestrale.
Il vuoto di cui tratta lo spettacolo è un vuoto che, come ci suggerisce la fisica, non è costituito dal puro nulla. Al contrario è un vuoto colmo di particelle che, in una danza continua, vengono generate e distrutte all’interno di un processo senza fine. E’ un vuoto denso di tutte le possibilità dell’universo. 
________________________________________________________________________________________________________________________

DOPPIO SPETTACOLO

28, 29, 30 aprile e 1 maggio - ore 20,30

Ingresso all'intera serata €18 

Ingresso al singolo spettacolo: Intero €15 - Ridotto €12

I posti sono limitati.
>>Prenotazione obbligatoria.

TESSERA: Per accedere agli spettacoli è necessario avere la tessera associativa del Teatro della Contraddizione. La tessera è gratuita e va richiesta almeno 24 ore prima dell'evento cui si vuole partecipare.

Per richiedere la tessera: http://www.tesseramentocontraddizione.it

GREEN PASS: Fino al 30 aprile per accedere agli spettacoli è necessario il "super Green pass", il certificato verde rafforzato, o un'idonea certificazione medica. 

Durante la permanenza in Teatro e per tutta la durata dello spettacolo sarà necessario indossare correttamente, su naso e bocca, la mascherina FFP2. È vietato l'uso di mascherine chirurgiche o di comunità. 

info e prenotazioni: 025462155 - prenotazioni@teatrodellacontraddizione.it