Struttura del percorso

La Scuola si articola in due anni di corso della durata di otto mesi, da novembre a giugno, con frequenza bisettimanale nelle ore serali (per un totale di 6,30 ore alla settimana).


I Anno

Prima fase: Novembre – Gennaio

Selezioni

Seconda fase: Febbraio – Giugno


II Anno

Laboratorio: Novembre – Giugno


Il primo anno si apre con una fase propedeutica volta allo studio di elementi di impostazione della voce, tecniche di rilassamento, organizzazione tecnica e ritmica dello spazio, espressione corporea, improvvisazioni, approccio al testo teatrale.

La seconda parte del corso del primo anno è finalizzata all’allestimento di uno spettacolo teatrale; in questa fase l’aspetto più specificatamente didattico non viene abbandonato, ma gli esercizi diventano momento di verifica del proprio bagaglio teatrale e vengono relazionati alle necessità della messa in scena.


Il secondo anno è strutturato in forma laboratoriale. 

Il percorso è composto da laboratori tenuti da professionisti esterni che di volta in volta affrontano temi specifici atti ad approfondire il bagaglio dell’attore, e dalla preparazione di spettacoli.

Nella prima parte dell'anno, inoltre, gli allievi hanno l’opportunità di entrare a far parte della compagnia del Teatro della Contraddizione e partecipare dunque all'allestimento dello spettacolo.


La realizzazione di spettacoli è parte integrante del percorso di crescita degli allievi proprio perché non si tratta di mostrare le capacità tecniche e artistiche acquisite, ma di farne esperienza attraverso il rapporto col pubblico.

La ricerca di nuovi linguaggi di comunicazione è alla base di ogni processo creativo del Teatro della Contraddizione e viene sviluppato con gli allievi sia in ambito strettamente didattico, che nella preparazione per la messa in scena. 

La stretta relazione tra compagnia e gruppo di studio è parte distintiva della pedagogia del nostro teatro, tanto che gli ultimi spettacoli prodotti sono nati proprio da questa sinergia. 

Dal 2001 alcuni dei percorsi intrapresi con gli allievi sono stati successivamente ripresi e, sviluppati insieme agli attori della Compagnia, sono diventati spettacoli della Stagione Sperimentale Europea.